Immersioni e corsi sub a Nosy-Be - Madagascar

Foto_Laura_103

A seguito di alcune richieste pervenutemi, sono a scrivere questo articolo per raccontarvi gli scenari e le immersioni che ho effettuato a Nosy-Be, isola del Madagascar, nell’oceano indiano, nel pieno del canale del Mozambico, quando, per il mio lavoro di istruttore subacqueo, vi sono rimasto per sei mesi.

L’isola è raggiungibile con volo diretto della Madagascar Airlines da Milano Malpensa o anche da Venezia.Dopo circa nove ore e mezza di volo atterrerete nel piccolo aeroporto di HellVille. Da lì potrete muovervi con il caratteristici (!) taxi, delle vecchie Renault 4, e raggiungere il resort desiderato. A Nosy-Be avete la possibilità di arrivare anche tramite tour-operator, che vi solleverà dall’onere del volo e dei vari transfer, oltre a garantivi una comoda sistemazione in ottimi resort o club vacanze.

 

In alternativa, potrete optare per dei resort di piccole dimensioni, ma comunque curati, nel villaggio di Ambatouluca , dove ve la caverete con circa venti euro a notte. Colazione, pranzo e cena in locali a vostra scelta. Se la vacanza che preferite è spartana, vi suggerisco quest’ultima opzione, viceversa ( soprattutto in presenza di fidanzate, mogli, concubine o altro) il resort si dimostrerà la soluzione migliore.

 

Passaporto con almeno sei mesi di validità, i cellulari dual e trial band funzionano.

 

 

Conosciute le carte di credito. Suggerimento. A seconda della lunghezza della vostra permanenza, portare una scorta di contante. Niente dollari, gli euro vanno benissimo.

 

La valuta locale è l’ARI-ARI, dove cento euro sono circa 110.000 ari-ari. Potreste sentire parlare dei franchi malgasci….non vi preoccupate, è la vecchia valuta.

 

Capitolo vaccinazioni: vivamente consigliata l’antitifica(VIVOTIF o similare) , da assumere, se non ricordo male, tramite due sole compresse.

 

La profilassi antimalarica può essere effettuata con MALAR-ONE o ARIAM. Più consigliato il primo, facilmente eliminabile dal fegato e privo di effetti collaterali quali allucinazioni, stati depressivi, ansia, che hanno caratterizzato molti soggetti che avevano assunto l’ARIAM.

 

Io non l’ho fatta, perché a Nosy-Be il rischio è quasi nullo. Se invece decidete di andare nel vero e proprio Madagascar, direi che è d’obbligo.

 

Cibo: evitare la verdura fresca, bene quella cotta, ottimo il pesce e la carne.

 

Bevete solo acqua in bottiglia se non volete stringere un rapporto di intensa amicizia con la toilette….

 

Attività: giri guidati con i quad, noleggio di moto, vela, pesca ed ovviamente…..immersioni.

 

La flora e la fauna sono molto interessanti. La vita bentonica è molto sviluppata, con nudibranchi,anemoni, polpi, ctenofori e chi più ne ha, più ne metta.

 

Attenzione al pesce pietra, presente normalmente in basso fondale e, come saprete, perfettamente mimetico.

 

Lutianidi, azzannatori, dentici, squali grigi, pinna bianca, leopardo e chitarra, tartarughe, boss fish e mante non mancheranno di allietare i vostri tuffi.Ottimi siti anche per gli appassionati di fotografia macro.

 

Nel periodo da Ottobre a Gennaio avrete spesso la possibilità di incontrare lo squalo balena: a me non è mai capitato in immersione e gli avvistamenti sono sempre avvenuti in superficie.

 

Grado di difficoltà: bèh, qui dipende. Normalmente viene effettuata una check dive nello splendido sito di Nosy-Tanikely, riserva marina, dove in 25 metri d’acqua potrete vedere davvero di tutto.

Foto_Laura_017

Foto_Laura_088

 

Poi, a seconda del vostro brevetto, potrete spingervi più fondi per ammirare decine di siti affascinanti.

Attenzione alle correnti: le escursioni di marea sono molto intense, e possono raggiungere i 6/7 metri. Le guide subacque conoscono il problema, e normalmente eviteranno l’ingresso in acqua al cambio di marea. Quando parlo di correnti forti, pensate ad una pass alle Maldive con corrente entrante: chi lo ha provato sa di cosa parlo.

 

 

I diving presenti sono diversi, sia a gestione italiana che francese, e tutti ottimi conoscitori dei fondali. Non è disponibile il nitrox.

 

Potrete noleggiare l’attrezzatura necessaria o portare la vostra. Bombole sia in acciaio, 12 litri corte, che in alluminio, attacchi sia DIN che INT.

 

Le immersioni si svolgono normalmente alla mattina, poiché il pomeriggio monta il mare e le condizioni non sono certo ideali. Possibili le notturne vicino alla costa.

 

Se vi serve qualche consiglio, non esitate a contattarmi:

 

 

 

Gianluca Puja

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

+39-349-7519690

 

 

 

A voi l’iniziativa.

 

 

 

Buon divertimento.

 

 

 

 

Informazioni aggiuntive